Agevolazioni, contributi e sgravi fiscali

Agevolazioni: agli aventi diritto l’iva è agevolata al 4%

Contributi: agli aventi diritto competono agevolazioni previste dalla legge 13/89

Sgravi: agli aventi diritto competono due detrazioni: 19% spesa medica, 50% ristrutturazione

Chi ha diritto a contributi e agevolazioni?

Le agevolazioni prevedono un’IVA ridotta al 4% per prodotti destinati all’uso dei disabili certificati. (aggiornamento al 1-08-2017)

Che cosa sono le detrazionifiscali? 

 Le detrazioni fiscali ad oggi (aggiornamento al 1-12-2016) sono del 19% oppure del 50% a seconda delle condizioni di reddito e dello stato di famiglia. Le due percentuali non possono essere sommate.

La detrazione IRPEF ammonta al 19% in un anno: dall’imposta lorda il contribuente disabile certificato potrà detrarre in un’unica soluzione, un importo pari al 19% dell’intera spesa sostenuta.

Dall’imposta lorda il contribuente potrà detrarre un importo pari al 50% della spesa sostenuta

(al netto del contributo previsto dalla legge 13/1989) fino ad un massimale di € 96.000 per singola unità immobiliare.

 Chi ha diritto alle detrazioni?

La detrazione Può essere richiesta da chiunque effettui lavori destinati all’abbatti-

mento delle barriere architettoniche in un immobile di proprietà o in un immobile in locazione.

Non è necessario effettuare l’intervento in immobili di proprietà né avere la residenza nell’immobile nel quale viene realizzato l’impianto.

 

Come fare la domanda di detrazione fiscale per montascale per disabili e anziani?

 Prima dell’inizio dei lavori il modulo per la domanda di contributo va presentato  presso gli uffici preposti del Comune dove è situato l’immobile e nel quale il richiedente ha “stabile e abituale dimora”.

L’ufficio al quale rivolgersi è l’ufficio tecnico – settore edilizia privata.

La domanda può essere presentata dalla persona stessa che utilizzerà l’impianto o dalla persona che ne esercita la tutela e/o la potestà.

Se il costo dei lavori sarà sostenuto da un altro soggetto (familiare, condominio, proprietario dell’immobile) questi per ricevere il contributo dovrà sottoscrivere la domanda stessa.

Normalmente i Comuni raccolgono le domande di contributo dal 1 gennaio al 31 marzo dell’anno successivo. Nel caso di presentazione in data successiva, la domanda slitta di un anno.

 Quali documenti sono necessari per la domanda?

 Per presentare la domanda bisogna compilare e allegare i seguenti documenti:

 

  1. Il modulo della domanda si può scaricare dal sito del proprio comune, oppure recandosi presso gli uffici tecnici del comune (ufficio tecnico-settore edilizia privata), ad esso deve essere allegata una marca da bollo di euro 14,62.
  2. Il certificato medico in carta semplice, attestante la menomazione funzionale permanente.
  3. Descrizione e preventivo delle opere da realizzare (esso vi sarà fornito da Casa Facile)
  4. Un auto certificazione del richiedente che definisca l’ubicazione dell’immobile, le difficoltà di accesso, le opere che verranno eseguite, l’attestazione dichiarante che tali opere non sono in corso di esecuzione, e la dichiarazione che il richiedente non ha ricevuto nessun’altro contributo oltre a quello per cui sta compilando la domanda.
  5. Per gli invalidi al 100% dovrà essere allegata la copia autenticata del certificato di invalidità e l’atto di tutela in copia autentica (per minori, incapaci, ecc.)

 ATTENZIONE

Consigliamo prima di iniziare qualsiasi lavoro, di recarsi presso gli uffici del proprio comune per verificare che tipo di atti questo richieda.

Ricordiamo che per i lavori comprensivi di impianti per i quali esista l’obbligo della manutenzione è necessario comunicare al Comune i dati della ditta installatrice, della ditta manutentrice e dell’ente notificato preposto alla visita biennale.

 Le informazioni sopra riportate vogliono essere semplicemente un aiuto orientativo all’utente e non rappresentano impegno per lo scrivente che declina ogni responsabilità per eventuali errori e/o omissioni.

SCARICA SUBITO UN PREVENTIVO

Informativa privacy

SCARICA SUBITO UN PREVENTIVO

Informativa privacy